Come allungare il pene

In questa nuova guida vedremo insieme come allungare il pene praticando due famose tecniche: gli esercizi di Jelqing e gli esercizi di Kegel. Cominciamo subito e vediamo in cosa consistono gli esercizi di Jelqing. Si tratta di una tecnica per aumentare la dimensione del membro da tempo utilizzata e si basa fondamentalmente sul pressare il pene quando questo si trova parzialmente eretto.

In sostanza sono dei massaggi al pene che permettono di aumentare il flusso di sangue in ogni sua parte, contribuendo cosi ad allargare ed espandere i tessuti del genitale maschile. Per ottenere risultati soddisfacenti, si consiglia di praticare gli esercizi di Jelqing a giorni alterni. Per fare bene l’esercizio è necessario applicare un po di olio lubrificante per poi afferrare il membro e “spremerlo” dal basso verso l’alto per circa due minuti.

Vediamo adesso come allungare il pene praticando gli esercizi di Kegel. Si tratta di una tecnica molto efficace che consente di ottenere anche un maggiore controllo eiaculatorio e pertanto, prevenire l’insorgere della fastidiosissima eiaculazione precoce. Oltre a questo, gli esercizi di Kegel permettono di aumentare la lunghezza del pene come anche la sua circonferenza.

Prima di eseguire questo allenamento, è fondamentale riconoscere il muscolo pelvico, ovvero quello collocato tra l’ano e testicoli. Per trovare il muscolo pelvico, si va in bagno, si inizia a urinare e poi ci si ferma. Durante questa fase volontaria di blocco della minzione, si noterà che vi è un muscolo che comprime: si tratta proprio del muscolo pelvico. Un altro metodo per identificare il muscolo pelvico si effettua quando si ha un’erezione: il muscolo che muove il pene senza toccarlo con le mani è il muscolo pelvico.

Detto ciò, ritorniamo sull’argomento “come allungare il pene” e vediamo come eseguire nello specifico due esercizi di Kegel.

Contrazione e rilassamento: è un esercizio semplice ma efficace. L’obiettivo di questo allenamento è quello di aumentare il flusso di sangue nel pene e pertanto migliorare l’erezione in modo naturale. Questo esercizio non richiede molto tempo e si può praticare ovunque. Per eseguirlo è sufficiente contrarre il muscolo pelvico per poi rilasciare la tensione. Si consiglia inizialmente di compiere due serie di 10 contrazioni pelviche ciascuna, effettuando una breve pausa fra una serie e l’altra.

Contrazione e respirazione: vediamo infine come allungare il pene eseguendo un ulteriore esercizio di Kegel. Questo allenamento è simile al precedente, con l’aggiunta della respirazione. Per iniziare è necessario essere rilassati e respirare. Si comincia l’esercizio contraendo il muscolo pelvico e trattenendo il respiro per circa 20 secondi. L’obiettivo finale di questo esercizio per allungare il membro è quello di cercare di aumentare la capacità di trattenere il fiato durante la fase di contrazione.